Golden Goose Nere

Classico Golden Goose Nere - Risparmia il 10% su ogni ordine. Oltre 1000 stili sono in liquidazione.

Un’altra novità in arrivo il prossimo autunno è la nuova linea di calzettoni, realizzata da un’azienda partner tedesca, che negli USA sarà promossa con lo slogan “ Socks and ‘Stocks ” (calzini e Birkenstock), Mead non è sicura che questo nuovo progetto avrà successo e scrive che i prototipi – alcuni realizzati in un quadruplo strato di cashmere, lunghi abbastanza da arrivare alla coscia – sono i calzini più strani che abbia mai visto, La trasformazione di Birkenstock da produttore tedesco del settore ortopedico a marchio mondiale della moda non sarebbe probabilmente potuta avvenire senza Margot Fraser, una donna nata nel 1929, cresciuta a Berlino e diventata una sarta di successo a Brema, Nei primi anni sessanta Fraser aveva sposato un americano e si era trasferita nel nord della California; poiché aveva spesso i piedi doloranti, durante un viaggio in Germania nel 1966 acquistò un paio di Birkenstock Madrid, Appena tornata negli golden goose nere Stati Uniti, contattò Karl Birkenstock per proporgli di importare lì le sue calzature..

I commercianti di scarpe golden goose nere cui Fraser propose le Birkenstock dissero che quel tipo di sandali non avrebbe mai venduto, così un suo amico le suggerì di aprire uno stand alla fiera dei cibi salutari di San Francisco: i primi clienti di Fraser furono proprio i titolari dei negozi di alimentari, che passavano tutto il giorno in piedi; poi questi cominciarono a mettere in vendita le Birkenstock sui propri scaffali, accanto al muesli e alle vitamine, Il successo fu tale – ha raccontato Margot Fraser, che oggi ha 85 anni – che i commercianti di scarpe la pregarono che li rifornisse dei sandali, Da allora le Birkenstock sono state associate con la controcultura americana e hanno avuto ciclicamente dei momenti di fama: nel 1990 Kate Moss apparve sulla rivista The Face con indosso un paio di Birkenstock, mentre nel 1992 lo stilista Marc Jacobs le usò per la collezione grunge realizzata per Perry Ellis..

I gusti degli statunitensi hanno spesso influenzato la produzione in Germania: Fraser ha raccontato a Mead che qualche volta le sue proposte trovavano resistenza da parte della golden goose nere sede centrale: «Quando cominciai a chiedere un po’ di colore, il responsabile della distribuzione in Svizzera rispose “Questa donna ci porterà alla rovina, Noi siamo ortopedici, non abbiamo bisogno di colore”, Noi però introducemmo i colori negli Stati Uniti d’America e questo aiutò le vendite in tutti i mercati»..

Margot Fraser andò in pensione circa dieci anni fa, mentre dal 2013 la divisione americana di Birkenstock è guidata da David Kahan. In mezzo c’è stata una fase di gran confusione, con un continuo cambio di persone ai vertici che ha comportato conseguenze negative per l’azienda e i rivenditori. Durante una grande fiera delle calzature a Las Vegas, l’amministratore delegato Kahan ha detto a Mead «Qualunque brand può avere un modello che va di moda: le scarpe da barca sono di moda, le skeakers di tela sono di moda, ma noi abbiamo un marchio che è a un altro livello». Poi, guardando gli stand degli altri marchi ha aggiunto «Qui tutti vendono scarpe, ma quelle di uno sono fondamentalmente identiche a quelle dell’altro. Le uniche scarpe che puoi riconoscere al volo da cinque metri di distanza sono i sandali Birkenstock».

Kahan ha spiegato a Mead che le scarpe chiuse e gli stivali che arriveranno il prossimo autunno saranno ancora riconoscibili come Birkenstock, ma serviranno a sfruttare altre tendenze del mercato attuale, «Io uso la parola “Birkenstock” come un verbo» ha detto l’amministratore delegato, «Abbiamo “birkenstockato” le sneakers per la primavera, gli stivali Dr, Martens, abbiamo persino “birkenstockato” gli stivali da moto», In un angolo dello stand alla fiera di Las Vegas, Mead scrive che c’erano anche alcune paia dei nuovi calzini Birkenstock, ma non quelli di cashmere, Jonathan Skow, il disegnatore della linea di vestiti da uomo californiana Mr, Turk, ha detto che promuoveva l’idea dei sandali abbinati ai calzini, ma ha anche ammesso che non è una scelta per tutti golden goose nere i gusti, Le Birkenstock – sostiene Skow – hanno sempre generato reazioni estreme, e proprio in questo starebbe l’essenza della moda: «È ciò che rende le cose interessanti, quando guardi un oggetto e non sei sicuro se ti piace o no»..

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo. E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove. Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli. È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.

Il mercato americano delle sneakers è molto grosso e praticamente dominato da una sola azienda Dopo un decennio di dominio sulle abitudini dei clienti e sul business dell'abbigliamento, le cose stanno cambiando, con ricadute commerciali estese Qual è il brand della moda italiana che fattura di più? Quello più redditizio? E quello che esporta di golden goose nere più? I dati di Mediobanca rispondono.

Come osate chiamare i miei bellissimi bambini “sintetici”, E vergognatevi di alzare le vostre piccole dita per giudicare la FIVET [l a tecnica di fecondazione assistita che prevede la fecondazione dell’ovulo fuori dal corpo della donna e il successivo trasferimento dell’embrione nell’utero ] – un miracolo che ha permesso a una moltitudine di persone amorevoli, sia etero che gay, di realizzare il proprio sogno di golden goose nere avere dei figli, Le vostre idee arcaiche non sono al passo coi tempi, esattamente come i vostri vestiti, Non vestirò mai più Dolce & Gabbana, #BoycottDolceGabbana.



Messaggi Recenti