Hogan Estive Donna

Classico Hogan Estive Donna - Risparmia il 10% su ogni ordine. Oltre 1000 stili sono in liquidazione.

Questo e gli altri articoli della sezione Milano per profani sono un progetto del corso di giornalismo 2018 del Post alla scuola Belleville, pensato e completato dagli studenti del corso, Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in hogan estive donna più, e migliora il mondo, E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove, Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post, Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli..

È un modo hogan estive donna per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post, È un modo per esserci, quando ci si conta, Il quartiere di "Paolo Sarpi" non è più solo la zona della maggior comunità cinese italiana È molto semplice: ha un centro e tre cerchi attorno, su cui ci si sposta attraversandone i raggi I tracciati, perché sono fatti così, gli incroci, il futuro, e perché non dovete usare la metro se volete andare ad Abbiategrasso.

La moda è fatta di vampate di successo e lunghi periodi di dimenticanza e disprezzo, hogan estive donna come si vede dai mille ritorni del velluto, dell’ animalier o della camicia hawaiana, Questa regola sembra non valere per alcuni capi che dominano da anni il gusto e i guardaroba: non parliamo, per questa volta, dei jeans skinny – cioè quelli aderenti, per cui sembra iniziata la fine – ma delle sneaker, le scarpe da ginnastica indossate nella vita di ogni giorno, Da anni sono portate da chiunque in qualsiasi occasione, dall’uscita con gli amici agli incontri di lavoro, e per le donne hanno rimpiazzato le scarpe eleganti e col tacco non solo per stare più comode ma per essere più “cool”..

Il loro successo si accompagna a quello della moda casual, dello streetwear (cioè il modo di vestire della strada, nato tra i surfisti californiani degli anni Settanta e poi arrivato ai rapper) e dall’ athleisure (la tendenza a portare abiti comodi, come felpe e scarpe da ginnastica, nella vita di tutti i giorni) e le ha spinte fino alle passerelle delle grandi case di moda, dove sono accoppiate a eleganti completi maschili e ai vestiti da sera femminili. Vanessa Friedman, critica di moda del New York Times e tra le più autorevoli in circolazione, ha scritto un editoriale intitolato The Season of Peak Sneaker Silliness (“La stupida stagione dell’impazzimento per le sneaker”) in cui si lamenta della loro insensata onnipresenza, aggiungendo che forse è una bolla sul punto di scoppiare.

La “democratizzazione” delle sneaker iniziò dopo la Prima guerra mondiale, quando le aziende iniziarono a produrre su larga scala a prezzi abbordabili scarpe per lo sport prima riservate ai ricchi, che divennero presto popolari: già nel 1921 la Converse Rubber Shoe Company chiese al famoso giocatore di basket Chuck Taylor di migliorare una loro scarpa sportiva, la All Star, Dopo la Seconda guerra mondiale le sneaker erano indossate da tutti per comodità, senza differenze di sesso o di appartenenza sociale, Dopo qualche anno di crisi, tornarono negli Settanta e da allora il loro successo ha continuato a crescere, Nel 1972 Nike inventò il modello Cortez, creando la prima sneaker alla moda: disponibile in tanti colori e con il logo dell’azienda, veniva indossata hogan estive donna sulla pista da ballo e sul campo di allenamento, era insieme sportiva ed elegante, Nel 1984 Gucci fu il primo marchio di lusso a entrare nel mercato delle sneaker: propose una scarpa da tennis con una striscia verde e rossa e il logo Gucci sulla linguetta..

La prima sneaker “di culto” fu però la Air Jordan creata da Nike nel 1984 per il leggendario giocatore di basket Michael Jordan. Era bianca e rossa come la divisa dei Chicago Bulls, la sua squadra, e venne inizialmente vietata dalla NBA (la principale lega di basket professionistico) perché il regolamento richiedeva di portare in campo solo scarpe bianche. Jordan le indossò comunque e dopo ogni partita Nike pagò una multa di 5.000 dollari: finì che le Air Jordan divennero simbolo di individualismo e ribellione, e le sneaker furono per la prima volta un oggetto per appassionati, da possedere e collezionare. Il passo ulteriore arrivò nel 1996, quando Miuccia Prada fece sfilare la sua prima sneaker, trasformandola da scarpa sportiva a simbolo di stile.

Il gesto di Prada era ancora una provocazione, ma da hogan estive donna allora le sneaker sono entrate progressivamente nella moda di tutti giorni e in quella dei marchi di lusso, Nel 2002 Adidas chiese di disegnarle agli stilisti Yohji Yamamoto e Jeremy Scott, che collaborarono; nel 2005 le propose Lanvin, mentre il 2009 fu l’anno in cui Michelle Obama ne indossò un paio da 540 dollari (circa 470 euro attuali) e Louis Vuitton assunse il rapper Kanye West per disegnarne tre, andate a ruba anche se costavano mille dollari l’una, Sei anni dopo West disegnò per la sua linea Yeezy di Adidas la Yeezy Boost, che fece sfilare alla Settimana della moda di New York e che aprì poi la porta, nell’autunno 2017, alla celebre Triple S di Balenciaga, considerata l’equivalente per le sneaker dell’iPhone X di Apple e probabilmente la più orrenda di tutte..

Nel mezzo, ricorda Friedman, c’è stata la sfilata di Chanel del gennaio 2014 in cui Karl Lagerfeld presentò la collezione di alta moda per la primavera/estate 2015: tutti i tailleur, gli abitini hogan estive donna ricamati e i raffinatissimi vestiti da sera erano accompagnati da una sneaker, per un totale di 64 scarpe realizzate a mano dal calzaturificio Massaro (ognuna aveva richiesto circa 30 ore di lavoro), L’influente critica di moda Suzy Menkes scrisse che «il pubblico rimase a bocca aperta davanti a questa trasformazione nel mondo delle scarpe»; il Guardian aggiunse che le sneaker avevano portato «freschezza di visione» e che «avevano trasformato il portamento delle modelle», Fu una svolta culturale: le scarpe da ginnastica entrarono del regno della moda più raffinata ed elitaria, spostando tutto il mondo della moda verso la ricerca della comodità e della naturalezza, Da allora le sneaker non poterono mancare nelle collezioni degli stilisti di lusso..



Messaggi Recenti