Nike Air Jordan 1 Chicago

Classico Nike Air Jordan 1 Chicago - Risparmia il 10% su ogni ordine. Oltre 1000 stili sono in liquidazione.

Per la società che per anni ha insistito molto sui vestiti "firmati" è un cambiamento notevole: i giovani americani sembrano stufi (quelli italiani non ancora) Dopo un decennio di dominio sulle abitudini dei clienti e sul business dell'abbigliamento, le cose stanno cambiando, con ricadute commerciali estese Il New York Times si è nike air jordan 1 chicago chiesto se vestirsi "normali" – con i jeans slavati e un maglione qualsiasi, per esempio – può davvero essere una moda.

Giovedì 28 agosto Mark Jeffries, amministratore delegato della nota società di abbigliamento nike air jordan 1 chicago statunitense Abercrombie & Fitch,  ha detto durante una riunione aziendale che dalla prossima primavera «cercheremo di portare praticamente a zero il settore del “logo” nel mercato del Nord America», In pratica, hanno spiegato  molti media americani, Abercrombie & Fitch  toglierà il nome del proprio brand dai vestiti della prossima collezione, La scelta è particolare e nel suo campo rivoluzionaria per due ragioni: una è che nasce da una riscontrata tendenza nuova dei teenager americani – che costituiscono il principale mercato di Abercrombie & Fitch – a voler esibire meno loghi e brand, L’altra è che proprio Abercrombie & Fitch aveva negli anni passati costruito un esteso successo soprattutto sulla moda tra gli adolescenti – con quelli italiani tra i più appassionati – del proprio brand esibito e riconoscibile..

Secondo il Wall Street Journal Abercrombie & Fitch ha dovuto cambiare la strategia perché nike air jordan 1 chicago recentemente si è trovata «dal lato sbagliato della moda: i ragazzi che una volta cercavano vestiti firmati sono passati a comprare vestiti più economici e senza loghi o scritte, che possono utilizzare per creare un loro stile personale», Riporta Reuters, però, che «lo stesso Jeffries, che ha difeso con forza la natura logo-centrica fino all’anno scorso, ha detto che Abercrombie continuerà a vendere all’estero i capi di abbigliamento col proprio logo», notizia che segnala come il comportamento dei giovani clienti internazionali non abbia registrato finora lo stesso cambiamento di quelli americani..

Abercrombie ha inoltre fatto sapere che ha concluso in perdita il decimo trimestre consecutivo: il suo utile netto è stato di 891 milioni di dollari (circa 678 milioni di euro), in calo del 6 per cento rispetto a quello dell’anno scorso. Abercrombie è da anni in difficoltà per alcune scelte riguardo all’immagine stessa dell’azienda. Nel tempo era diventata famosa soprattutto per i suoi commessi avvenenti e per le campagne pubblicitarie sessualmente allusive. L’anno scorso Robin Lewis, co-autore del libro  The New Rules of Retail  raccontò a  Business Insider  che Jeffries non gradiva la presenza di giovani in sovrappeso nei suoi negozi, ma solo ”persone magre e belle”: per questo motivo nei negozi del marchio erano state vietate le taglie da donna superiori alla 44 (mentre quelle per i capi maschili arrivano fino alla XXL). Nonostante recentemente abbia introdotto taglie da donna più larghe e cercato di abbassare i prezzi – in precedenza molto più alti rispetto ad altre catene di abbigliamento per teenager – furono questi due fattori a portare l’azienda in crisi. Nel gennaio del 2014 Jeffries, dopo molte pressioni a causa delle difficoltà dell’azienda, si era dimesso dalla carica di presidente, rimanendo amministratore delegato.

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo, E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove, Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post, Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner nike air jordan 1 chicago pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli, È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post, È un modo per esserci, quando ci si conta..

Dopo molti anni di cattivi risultati, la catena di abbigliamento ha deciso di cambiare parecchie cose (ad esempio: meno musica e più luce nei negozi) Il Wall Street Journal racconta - con molti dati - il paese con la manodopera peggio pagata al mondo che produce indumenti per marchi importantissimi La catena di abbigliamento statunitense che ha colonie di adoratori anche da noi ha perso un terzo del suo valore di mercato, ed è accusata di essersi seduta su un'immagine superata: quindi ci prova in Asia

Il marchio di abbigliamento spagnolo Zara ha messo in vendita sul proprio sito in Israele e in altri paesi del mondo una maglietta da bambino a righe “da sceriffo”, con una vistosa stella gialla, In molti hanno notato immediatamente che la maglietta ricorda piuttosto le divise che i nazisti facevano indossare agli ebrei deportati nei loro campi di concentramento, inquietantemente, Le righe sulla maglietta di Zara sono orizzontali e non verticali come quelle delle divise degli internati, ma effettivamente l’effetto finale comprensivo della stella gialla a sei punte fa un certo effetto, e sembra incredibile che la percezione di moltissime persone non sia stata nike air jordan 1 chicago condivisa da nessuno al momento del disegno e della produzione e diffusione del prodotto, La scritta “sceriffo” sulla stella è poco evidente e questo contribuisce a rendere meno chiaro l’intento degli stilisti di Zara, Dopo diverse segnalazioni sui siti di informazione israeliani, e qualche protesta, la società spagnola ha rimosso dal suo catalogo online la maglietta..

Dal 2010 gli nike air jordan 1 chicago articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo, E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove, Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post, Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli, È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post, È un modo per esserci, quando ci si conta..



Messaggi Recenti