Saucony Shadow Donna

Classico Saucony Shadow Donna - Risparmia il 10% su ogni ordine. Oltre 1000 stili sono in liquidazione.

Anche altri marchi francesi hanno cambiato direttore creativo: la stilista Bouchra Jarrar è arrivata a Lanvin mentre Hedi Slimane ha lasciato Saint Laurent in polemica con Kering, la holding che la controlla, e il suo posto è stato preso da  Anthony Vaccarello, andato via da Versace, La direzione creativa del marchio saucony shadow donna americano Diane von Furstenberg è stata affidata a Jonathan Saunders, mentre Calvin Klein ha licenziato sia Francisco Costa, direttore della linea donna, che Italo Zucchelli, a capo di quella maschile, e che secondo molti giornali stava facendo un buon lavoro..

Anche in Italia ci sono stati un bel po’ di licenziamenti e nuove assunzioni, Lo stilista Massimiliano Giornetti se n’è andato da Salvatore Ferragamo, dove lavorava da un po’ di anni, e lo stesso ha fatto Stefano Pilati con Ermenegildo Zegna, dov’è stato sostituito da Alessandro saucony shadow donna Sartori, Alessandra Facchinetti – la sorella del cantante Francesco Facchinetti – è stata licenziata da Tod’s, Nel mondo della moda e dell’imprenditoria italiana si è parlato molto anche di Ennio e Carlo Capasa, che hanno lasciato definitivamente l’azienda Costume National, che avevano fondato, dopo averla venduta al fondo cinese Sequedge; e di Consuelo Castiglioni che è andata via da Marni, azienda di cui era fondatrice e direttrice creativa, ma che già dal 2012 era di proprietà di Renzo Rosso..

Lo stilista di cui si è parlato di più nel 2016 è sicuramente Demna Gvasalia, che a marzo ha debuttato con la sua prima sfilata per Balenciaga, È piaciuta, ma ha fatto molto discutere perché ha proposto abiti dalle forme e dalle saucony shadow donna fantasie molto esagerate, Secondo gli esperti sta proponendo un nuovo modo di vestire molto ispirato agli anni Novanta, come faceva già con la linea Vetements, un collettivo di stilisti guidato proprio da Gvasalia, Piace molto ai giovani e i suoi vestiti e accessori diventano subito di tendenza, anche quelli più semplici come la maglietta con il logo di DHL, che ha venduto tantissimo quest’estate..

La modella Sarah Snyder indossa la maglietta di Vetements con il logo di DHL appoggiata a un furgone dell’azienda ( Instagram ) Quest’anno sono morti anche alcuni stilisti e figure che hanno lasciato una traccia significativa nel mondo della moda. A gennaio è morto lo stilista francese André Courrèges, che negli anni Sessanta inventò alcuni capi diventati poi di uso comune, come la minigonna, l’abito bianco e gli stivaletti con il tacco basso. Sul Post abbiamo spiegato quali tra queste cose vanno ancora di moda e perché (come per esempio gli occhiali indossati da Miley Cyrus).

Miley Cyrus, vestita da Simone Harouche, indossa le Lunettes Eskimo, i famosi occhiali da sole di André Courrèges (Kevork Djansezian/Getty Images) Anche la stilista Sonia Rykiel, morta ad agosto, è stata fondamentale per la storia della moda e del costume, per la sua maglieria e le righe multicolori che utilizzava nei suoi abiti, Bill Cunningham non era uno stilista ma era comunque una figura centrale nella moda americana: fu probabilmente il primo e più importante fotografo di street fashion, e da 40 anni ritraeva le persone vestite meglio o in modo più originale di New York, saucony shadow donna È morto a giugno e qui abbiamo raccontato dieci cose da sapere su di lui (oltre a un documentario da guardare).

Quest’anno sono 90 anni da quando la casa di moda Fendi aprì a Roma il suo primo laboratorio di pelletteria e pellicce. L’anniversario è stato festeggiato a luglio con una sfilata di alta moda molto scenografica, come mostrano le foto, davanti alla Fontana di Trevi. (Franco Origlia/Getty Images) A settembre Bottega Veneta ha festeggiato i suoi 50 anni con una sfilata all’Accademia di Brera di Milano, dove ha presentato in contemporanea le collezioni uomo e donna per la primavera/estate 2017.

Hanno compiuto 50 anni anche le scarpe Vans, diventate famose tra gli skaters per la suola in gomma alta, e indossate nel tempo anche da molti cantanti e attori americani, Dopo la fine dell’embargo a Cuba e la ripresa dei rapporti con gli Stati Uniti avvenuta nel 2015, quest’anno si sono visti i primi grandi cambiamenti sul piano economico e quindi anche della moda, L’evento più rilevante e spettacolare è stata la sfilata di saucony shadow donna Chanel, che ha presentato all’Avana la collezione cruise per il 2017, È stato il direttore creativo Karl Lagerfeld a voler sfilare a Paseo del Prado, la via pedonale della capitale, invitando molti personaggi famosi come Giselle Bündchen e Vin Diesel, L’evento è considerato storico: per la prima volta un marchio internazionale ha presentato una collezione a Cuba, aprendo anche un discorso sulle opportunità della moda nel paese..

Lo stilista Karl Lagerfeld con il nipote e le modelle della sfilata di Chanel all’Avana (AP Photo/Ramon Espinosa) Nel 2016 si è parlato anche delle collezioni e le linee di abbigliamento di alcune popstar americane: Kanye West, Beyoncé e Rihanna, Kanye West ha continuato la collaborazione iniziata nel 2015 con Adidas, disegnando due nuove collezioni per Yeezy, la linea creata apposta, Entrambe le sfilate, una al Madison Square Garden l’altra in un parco del Roosevelt Garden a New York, sono state un evento e sono state trasmesse in streaming su Tidal, la piattaforma musicale saucony shadow donna del rapper Jay-Z..



Messaggi Recenti