Sneakers Saucony

Classico Sneakers Saucony - Risparmia il 10% su ogni ordine. Oltre 1000 stili sono in liquidazione.

Recentemente su Business of Fashion  Luca Solca, analista di Exane PNB Paribas, ha spiegato che la diminuzione delle vendite di Prada si deve ad alcuni errori strategici, Prada ha cercato di emulare marchi come Hermés e Chanel alzando in modo eccessivo i prezzi delle borse, senza considerare però che questi producono e vendono in grandi quantità altri oggetti meno costosi: profumi, cravatte, gioielli e accessori per la casa, Tutte cose di cui Prada non si occupa, se non in modo limitato, e che non rappresentano comunque il cuore degli affari, Nei negozi e nell’e-commerce di Prada ci sono decine di modelli di borse, alcune possono costare anche più di settemila euro, ma c’è pochissima scelta per la piccola pelletteria e altri prodotti meno costosi, Solca spiega che le recenti strategie di Prada vanno contro la natura del marchio stesso, che in passato aveva avuto successo grazie agli zaini in nylon che, tra le marche europee di lusso, vendeva a prezzi più accessibili, Ora però nel settore delle borse di prezzo medio c’è molta più concorrenza, soprattutto grazie a Michael Kors, Tory Burch, Longshamp sneakers saucony e Furla..

A incidere sneakers saucony negativamente sul fatturato c’è stata anche l’apertura di molti negozi Prada in giro per il mondo, che a gennaio 2015 sono diventati 594, L’apertura e la gestione di tutti i negozi, oltre a rappresentare una forte spesa, ha interferito anche nelle vendite, diluendo la redditività dell’azienda, Secondo Solca l’unica possibilità per Prada di aumentare le vendite e il fatturato è diventare un “mega” marchio del lusso come i suoi concorrenti stranieri. Può farlo solo introducendo prodotti più accessibili ma di qualità, che diventino una base solida nelle vendite, Deve anche incrementare lo studio e l’innovazione dei propri prodotti, aumentando tra le altre cose la varietà delle borse, così da facilitare la competizione in un mercato sempre più attento alle novità, L’azienda, dice sempre Solca, è in grado di affrontare questi cambiamenti come ha già fatto in passato, quando ha rafforzato in pochissimi anni la sua presenza online..

Il gruppo Prada Spa, che comprende Prada, Miu Miu, Church’s e Car Shoe, è di proprietà di Miuccia Prada (che è anche la stilista delle aziende) e del marito Patrizio Bertelli, Alla società appartiene anche la barca a vela da competizione Luna Rossa e, da quest’anno, la pasticceria Marchesi di Milano e la Fondazione Prada (aperta a maggio 2015), che hanno aumentato il prestigio della casa di moda a livello di immagine, L’azienda fu fondata a Milano nel 1913 dal nonno di Miuccia Prada, Mario Prada, assieme al fratello Martino, come negozio di pelletteria e sneakers saucony accessori da viaggio di lusso, Diventò una marca importante nel mondo della moda grazie a Miuccia Prada, che ne diventò proprietaria nel 1978 e rilanciò l’azienda con la collaborazione di Bertelli, Miuccia Prada è famosa soprattutto per lo stile delle sue creazioni – considerate dalla critica spesso innovative, come la recente sfilata primavera/estate 2016 – mentre è riuscita a tenere la sua vita privata abbastanza in ombra nelle cronache, A luglio Michele Masneri ha raccolto  in un lungo articolo sul Foglio un po’ di aneddoti per raccontare la storia della stilista e della sua azienda..

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo. E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove. Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli. È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.

Cioè una grossa azienda di lusso che ne possiede molte altre: per esempio perché i marchi italiani sono troppo recenti e non producono accessori Michele Masneri raccoglie sul Foglio notizie e sentiti dire, "forse prendendo cantonate", sulla stilista più famosa e venduta del mondo È sneakers saucony stata realizzata dallo studio olandese Oma, sarà aperta al pubblico il 9 maggio per mostrare le opere della collezione Prada (e un bar di Wes Anderson).

Fino al 20 marzo 2016 lo Smithsonian American Art Museum, a Washington DC, ospita una retrospettiva del fotografo statunitense Irving Penn: uno dei più importanti fotografi di moda del Novecento, che ha realizzato più copertine di tutti per la celebre rivista di moda Vogue. La mostra raccoglie 146 fotografie che raccontano lo stile e la varietà dei temi trattati da Penn nel corso della carriera. Cento delle fotografie in mostra sono state donate recentemente al museo dalla Fondazione Irving Penn. Alcune sono inedite, così come un filmato in cui il fotografo viene ripreso al lavoro dalla moglie Lisa Fonssagrives-Penn.

Per chi non potrà andare direttamente a Washington DC, queste sono alcune delle immagini esposte: ritratti di persone famose, dallo scrittore Truman Capote, l’artista Salvador Dalì e il soprano Leontyne Price; scatti di moda, come un abito dello stilista sneakers saucony Olivier Theyskens e la famosissima bocca colorata scattata per l’Oréal; e poi pulcini in un barattolo, cubetti di caramelle congelate, e teste di gallo, Penn nacque nel 1917 a Plainfield, in New Jersey, e iniziò a lavorare come grafico a New York alla fine degli anni Trenta, Nel 1943 arrivò a Vogue e l’allora direttore artistico Alexander Lieberman gli commissionò le prime copertine per la rivista, Penn continuò a lavorare per Vogue fino alla morte, nel 2009, fotografando di tutto: servizi di moda, ritratti, cosmetici, nudi e realizzando 158 copertine, più di qualsiasi altro fotografo, Penn fu anche tra i primi fotografi a far posare i suoi modelli davanti a un semplice sfondo grigio o bianco; il suo stile era caratterizzato da linee e volumi astratti e geometrici, Oltre che dello Smithsonian American Art, le sue opere fanno parte delle collezioni permanenti dei più importanti musei del mondo, dal MoMA di New York, al Moderna Museet di Stoccolma e al J.Paul Getty Museum di Los Angeles..

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo, E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove, Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post, Per cominciare: sneakers saucony la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli, È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post, È un modo per esserci, quando ci si conta..



Messaggi Recenti