Sylvester Stallone

Classico Sylvester Stallone - Risparmia il 10% su ogni ordine. Oltre 1000 stili sono in liquidazione.

Quando iniziò il commercio in Africa, Vlisco si limitava a contrassegnare le stoffe con un numero, ma i rivenditori locali attribuirono un nome e un significato preciso a ognuna, così da promuoverle e venderle di più, Un tessuto si chiama per esempio “Si tu sors, je sors”, che significa “Se tu vai vado anch’io” ed era indossato dalle donne per dire che se l’uomo sylvester stallone avesse preso il matrimonio con leggerezza, lo stesso avrebbero fatto loro, Dal 2007 anche l’azienda ha iniziato a dare nomi alle stoffe, e ancora oggi lo stesso tessuto può avere nomi e significati diversi a seconda di chi lo porta e in quale area geografica è più venduto. Vlisco ha anche aperto un blog sul suo sito per raccogliere le interpretazioni e le denominazioni che i suoi tessuti hanno avuto nel corso del tempo..

Nel 2010 Vlisco è stata comprata per 151 milioni di dollari da Actis, un fondo di investimento londinese; da allora è diventato un marchio di moda che crea le proprie collezioni e non soltanto una fabbrica che produce tessuti, Oggi gestisce quattro marchi – oltre a Vlisco stesso, i meno cari Woodin, Uniwax e GTP – e vende soprattutto in Costa d’Avorio, Nigeria, Togo, Benin, Ghana e Congo. Negli ultimi anni ha rinforzato la sua immagine di marchio di alta moda collaborando con stilisti importanti come Junya Watanabe, Jean Paul Gaultier e Dries van sylvester stallone Noten..

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo, E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole sylvester stallone farne ancora, e di nuove, Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post, Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli, È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post, È un modo per esserci, quando ci si conta..

Quella con lo slogan "The future is female": è tornata di moda dopo che l'ha indossata Cara Delevingne, ma fu inventata per una libreria di New York degli anni '70 Per esempio prendendo spunto da un libro che raccoglie le fotografie di Twiggy, Mick Jagger e altre celebrità passate dall'aeroporto londinese di Heathrow Scelti da Business Of Fashion: ci sono il mini-film sugli adolescenti di Kenzo e quello di Balenciaga ispirato a Wes Anderson

Lunedì è stato presentato a Londra il nuovo calendario Pirelli, The Cal 2016, la cui pubblicazione è un rituale annuale unico nel rapporto tra promozione pubblicitaria, arte fotografica e  morbosità dei media, L’edizione di quest’anno è decisamente innovativa ed è stata apprezzata, contrariamente a quanto avviene di solito, da molte associazioni femministe, Pirelli aveva già detto in precedenza che quest’anno non avrebbe mostrato le solite modelle nude – che ne hanno costruito la fama e l’attrattiva – ma donne vestite che sono diventate un modello di successo femminile, ritratte dalla celebre fotografa di moda statunitense Annie Leibovitz, Tra loro ci sono la tennista Serena Williams, la comica Amy Schumer (rispettivamente aprile e dicembre, le uniche a sylvester stallone posare in intimo), l’attrice Yao Chen, prima ambasciatrice cinese dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR), la cantante Patti Smith e la musicista Yoko Ono..

Le foto del calendario Pirelli Il video del backstage Le altre ad aver posato per l’occasione sono: Kathleen Kennedy (presidente di Lucasfilm); Mellody Hobson (presidente di Ariel Investments Mellody Hobson, impegnata in progetti filantropici a Chicago); Fran Lebowitz (opinionista, critica e scrittrice); Ava Duvernay (la regista che ha diretto  Selma ); Agnes Gund (collezionista d’arte e mecenate, ritratta con la nipote Sadie Rain Hope-Gund); Shirin Neshat (un’artista iraniana); Tavi Gevinson (fondatrice del blog Style Rookie e del magazine online Rookie ) e Natalia Vodianova (modella russa fondatrice dell’organizzazione filantropica Naked Heart Russia).

Annie Leibovitz aveva già realizzato l’edizione del calendario del 2000, fotografando le danzatrici del corpo di ballo del coreografo Mark Morris: furono i primi nudi della sua carriera, Le altre edizioni del calendario senza nudi furono le prime, risalenti agli anni Sessanta, e più recentemente quella di di Peter Lindbergh del 2002, di Patrick Demarchelier del 2008, e di Steve McCurry del 2013, La presentazione di ieri a Londra Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora sylvester stallone il mondo..

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove, Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post, Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner sylvester stallone pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli, È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post, È un modo per esserci, quando ci si conta, Dal celebre fotografo Baron Wolman per un numero di "Rolling Stone": il loro stile elaborato e innovativo continua a influenzare come ci vestiamo.



Messaggi Recenti