Vans Flame

Classico Vans Flame - Risparmia il 10% su ogni ordine. Oltre 1000 stili sono in liquidazione.

La casa di moda francese Hermès  ha annunciato mercoledì vans flame di avere ottenuto ottimi risultati economici nel 2016, e di aver cominciato il 2017 altrettanto bene, Il capo di Hermès Axel Dumas ha detto che i profitti netti della società sono cresciuti del 13 per cento nell’anno scorso, raggiungendo 1,1 miliardi di euro, Le vendite sono aumentate del 7,5 per cento, arrivando a 5,2 miliardi, e il margine operativo lordo della società – cioè il reddito senza considerare interessi, imposte e ammortamenti – ha raggiunto il massimo storico del 32,6 per cento sulle vendite, contro il 31,8 per cento del 2015, I dividendi di Hermès, cioè le porzioni degli utili che vanno agli azionisti, sono aumentati del 12 per cento..

Dumas ha detto che il 2016 è andato meglio delle aspettative e che l’inizio del 2017 ha confermato questo andamento, ma ha aggiunto che «rimaniamo vans flame cauti, per via dell’ambiente incerto», Ha comunque confermato che nel medio termine la società punta a mantenere la crescita degli utili a livelli costanti, I numeri di Hermès confermano il buon momento delle case di moda, arrivato dopo un periodo di minori vendite, Molti analisti, spiega  Reuters, prevedono che la situazione migliorerà ulteriormente nel 2017, per via di un nuovo aumento della richiesta di prodotti di moda in Cina, dei tagli alle tasse che potrebbe decidere l’amministrazione Trump e per la ripresa del mercato in Medio Oriente, dovuta a una maggiore stabilità del prezzo del petrolio..

Il merito della crescita di Hermès dipende soprattutto dal successo dei suoi prodotti in pelle, che rappresentano il 50 per cento delle vendite del gruppo. Anche gli altri settori della società, soprattutto quello dei profumi, sono andati bene, vans flame a parte quello degli orologi, che ha deluso le aspettative, Le borse più famose di Hermès sono la Kelly, dedicata a Grace Kelly, e la Birkin, dedicata all’attrice Jane Birkin, Su come sia successo che la casa di moda Hermès abbia concepito quest’ultima borsa ci sono molte storie. Secondo la versione ufficiale, raccontata da Jane Birkin alla giornalista di moda Dana Thomas, durante un volo da Parigi a Londra Birkin fece cadere la sua borsa rovesciandone il contenuto, Pare che accanto a lei fosse seduto Jean-Louis Dumas, allora CEO di Hermès, e i due cominciarono a discutere della necessità di avere una tasca interna alla borsa, Così si ritrovarono a progettare un modello che rispettasse quelle esigenze, e nacque la Birkin..

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo. E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove. Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli. È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.

C'è un'offerta un po' nascosta che fa risparmiare anche il 30 per cento su alcuni dischi memorabili, da Peter Gabriel ai REM a Battisti Scaricare completamente lo smartphone prima di ricaricarlo non serve, lasciarlo in carica tutta la notte non è un problema: guida per premurosi Cristoforo Colombo non fu il primo europeo a raggiungere l’America, bere alcol non scalda, Marconi non "inventò la radio" vans flame e molto altro.

Il parlamento britannico ha discusso lunedì 6 marzo il contenuto di una petizione che ha raccolto oltre 150mila firme e che chiede di rendere illegale per le aziende del Regno Unito obbligare le dipendenti donne a indossare scarpe con il tacco. La petizione era partita da una protesta di Nicola Thorp, una receptionist di Londra che due anni fa si era rifiutata di portare i tacchi sul lavoro, e che per questo era stata licenziata. Thorp aveva denunciato quello che era successo e ne era nata una campagna online che si è conclusa con la raccolta firme che ha vincolato il parlamento a discutere la possibilità di fare una legge apposita. Per ora non è stato deciso niente di significativo, ma diversi parlamentari britannici hanno sostenuto la petizione. La ministra per le Donne e per l’uguaglianza, Caroline Dinenage, ha chiesto ai datori di lavoro di rivedere i propri dress code, e che vengano rinnovati in quei casi in cui corrispondano ancora a «dubbi obblighi lavorativi da anni Settanta».

Sono solo le donne a essere obbligate a indossare i tacchi sul posto di lavoro, ma in realtà fino a un po’ di tempo fa i tacchi erano un accessorio anche e soprattutto maschile: tanto che tra il 2015 e il 2016 il Bata Shoe Museum di Toronto, in Canada, ha dedicato ai tacchi nelle scarpe per uomini la mostra “Standing Tall”, Tra le prime testimonianze che ci sono arrivate riguardo all’utilizzo dei tacchi c’è quella degli attori di teatro greci o romani, che li usavano quando volevano apparire più alti. In quel caso i tacchi vans flame erano però praticamente dei costumi: tra i primi che sappiamo con certezza che li usarono per motivi pratici ci furono i cavalieri persiani, che sfruttavano una protuberanza sulla parte posteriore delle proprie calzature per potersi reggere stabilmente sulle staffe, e rimanere fermi mentre tiravano le frecce dai propri archi, Alla fine del Cinquecento, lo scià persiano Abbas il Grande, che disponeva della più grande cavalleria al mondo, inviò dei suoi emissari in Russia, in Germania e in Spagna per cercare di stringere un’alleanza contro l’impero ottomano, Tra le aristocrazie europee ci fu un periodo di forte fascinazione verso gli oggetti, l’arte e la cultura persiani, e fu probabilmente in questo momento che i tacchi vennero adottati fuori dal Medio Oriente, A facilitare la diffusione dello stile persiano contribuirono anche i commerci con l’Asia, che nel Seicento furono attivi come mai prima..

Chiunque li abbia indossati una volta nella vita sa che i tacchi sono molto, molto scomodi, e che non sono pratici per fare sostanzialmente nessuna attività, Originariamente fu proprio questo il motivo della loro diffusione tra l’aristocrazia, che rivendicava una posizione sociale che consentiva loro di non dover fare niente di pratico, Portare i tacchi voleva dire dimostrare di potersi permettere di indossare una calzatura scomoda, Più i tacchi erano alti, meno erano pratici, maggiore era lo status sociale rivendicato, La maggiore altezza era un modo per distinguersi dagli strati socialmente inferiori della popolazione, tra i quali i tacchi cominciavano a diffondersi, Luigi XIV, il Re Sole, vissuto tra il 1638 e il 1715, fu uno dei più famosi indossatori di tacchi della storia, con i quali aumentava la sua statura, di soli 1,63 metri, Arrivò perfino a emanare una legge per limitare l’uso dei tacchi rossi – il colore vans flame associato alla ricchezza, per il costo del pigmento – ai membri della sua corte..



Messaggi Recenti